Attendere

 

Depurare il fegato: come fare?

Depurare il fegato in modo naturale? Certo che si!

Leggi l’articolo e scopri come depurare il fegato in modo sano e del tutto naturale. In seguito parleremo di:


Attività e funzioni del fegato

Il fegato svolge numerose funzioni all’interno del nostro organismo. In particolare:

  • Produce la bile, liquido essenziale per emulsionare i grassi;
  • Partecipa al metabolismo dei carboidrati, delle proteine e dei lipidi;
  • Produce i fattori di coagulazione;
  • Demolisce l’emoglobina dei globuli rossi morti;
  • Depura l’organismo da sostanze tossiche, alcol e farmaci;
  • Converte l’ammoniaca, derivata dalle proteine, in urea;
  • È il sito di deposito per numerose sostanze, tra cui il glucosio, sotto forma di glicogeno;
  • Contiene cellule specializzate del sistema immunitario.

Il suo ruolo, dunque, è principalmente quello di disintossicare l’organismo da tossine, scorie ed elementi nocivi. Va da sé, dunque, che una dieta sbilanciata o l’eccessivo consumo di alcol o di farmaci possono affaticare il fegato, impegnandolo più del dovuto.

 


Quali piante hanno proprietà depurative?

Fortunatamente esistono alcune piante che possono aiutare il fegato a funzionare al meglio. Sono le cosiddette piante disintossicanti o depurative, da non intendersi, comunque, come sostituto di una dieta equilibrata. Perché, ricordiamocelo, la nostra salute parte dall’alimentazione. Siamo ciò che mangiamo.

Ma vediamo le principali piante per il fegato!

  • La prima dell’elenco è senza dubbio il Tarassaco, re delle cosiddette erbacce, in realtà è un toccasana. Si usano le foglie e la radice.
  • Segue a ruota la Curcuma, di cui si utilizza il rizoma (spesso ridotto in polvere). Talvolta, poco correttamente, lo si trova indicato come “radice”: in realtà, il rizoma è un fusto sotterraneo.
  • Altra pianta depurativa per eccellenza è il Cardo mariano, di cui si utilizzano i frutticini (anche qui spesso impropriamente definiti semi).
  • Che dire, poi, del Carciofo? Siamo abituati a consumare, in pinzimonio, sott’olio o stufati, i capolini fiorali, ma anche le foglie trovano impiego in erboristeria come potente depurativo.
  • Non dimentichiamo, poi, le foglie e la radice della Cicoria.
  • Né la radice della Bardana.
  • O le foglie del Boldo, pianta di origine sudamericana.

 


Consigli per depurare il fegato

Se il Tarassaco è facile da reperire in giardino quasi in ogni stagione, procurarsi le altre piante potrebbe essere più complicato. Ma niente paura, Valverbe lo fa per passione. È possibile trovarle già miscelate e pronte all’uso nelle tisane depurative Valverbe!

  • Tisana Detox Fegato: con Curcuma, Boldo e Tarassaco, contiene anche Ortica (anch’essa in grado di depurare l’organismo), Liquirizia (in grado di agire sul sistema digerente), Rosmarino (digestivo e con funzione epatica) e Pepe nero (digestivo).
  • Tisana Detox Carciofo e Curcuma: La base depurativa è simile alla precedente, ma all’esotico Boldo è sostituito il più familiare Carciofo. Abbiamo dunque Carciofo, Curcuma e Tarassaco, Liquirizia e Rosmarino e poi, in aggiunta, Limone (digestivo), Menta piperita (digestiva ed epatica) e Stevia (dolcificante).

 

Scopri tutte le tisane e i prodotti DETOX valverbe cliccando QUI

Nessun commento

Inserisci un commento

banner-21-giorni-relax