Attendere

 

Tisane per depurare il fegato

Come depurare il fegato in modo naturale?

Il fegato esplica, nel nostro organismo, numerose funzioni:

  • produce la bile, che serve a emulsionare i grassi;
  • partecipa al metabolismo dei carboidrati, delle proteine e dei lipidi;
  • produce i fattori di coagulazione;
  • demolisce l’emoglobina dei globuli rossi morti;
  • depura l’organismo da sostanze tossiche, alcol e farmaci;
  • converte l’ammoniaca, derivata dalle proteine, in urea;
  • è il sito di deposito per numerose sostanze, tra cui il glucosio, sotto forma di glicogeno;
  • contiene cellule specializzate del sistema immunitario.

Il suo ruolo, dunque, è principalmente quello di disintossicare l’organismo da tossine, scorie ed elementi nocivi. Va da sé, dunque, che una dieta sbilanciata o l’eccessivo consumo di alcol o di farmaci possono affaticare il fegato, impegnandolo più del dovuto.

Fortunatamente esistono alcune piante che possono aiutare il fegato a funzionare al meglio. Sono le cosiddette piante disintossicanti o depurative, da non intendersi, comunque, come sostituto di una dieta equilibrata. Perché, ricordiamocelo, la nostra salute parte dall’alimentazione. Siamo ciò che mangiamo.

Ma vediamo le principali piante per il fegato!

  • La prima dell’elenco è senza dubbio il tarassaco, re delle cosiddette erbacce, in realtà è un toccasana. Si usano le foglie e la radice.
  • Segue a ruota la curcuma, di cui si utilizza il rizoma (spesso ridotto in polvere). Talvolta, poco correttamente, lo si trova indicato come “radice”: in realtà, il rizoma è un fusto sotterraneo.
  • Altra pianta depurativa per eccellenza è il cardo mariano, di cui si utilizzano i frutticini (anche qui spesso impropriamente definiti semi).
  • Che dire, poi, del carciofo? Siamo abituati a consumare, in pinzimonio, sott’olio o stufati, i capolini fiorali, ma anche le foglie trovano impiego in erboristeria come potente depurativo.
  • Non dimentichiamo, poi, le foglie e la radice della cicoria.
  • Né la radice della bardana.
  • O le foglie del boldo, pianta di origine sudamericana.

Scopri tutte le tisane e i prodotti DETOX valverbe cliccando QUI

Se il tarassaco è facile da reperire in giardino quasi in ogni stagione, procurarsi le altre piante potrebbe essere più complicato. Ma niente paura, le trovate già miscelate e pronte all’uso nelle tisane depurative Valverbe!

  • Tisana Detox fegato: con curcuma, boldo e tarassaco, contiene anche ortica (anch’essa in grado di depurare l’organismo), liquirizia (in grado di agire sul sistema digerente), rosmarino (digestivo e con funzione epatica) e pepe nero (digestivo).
  • Tisana Detox carciofo e curcuma: La base depurativa è simile alla precedente, ma all’esotico boldo è sostituito il più familiare carciofo. Abbiamo dunque carciofo, curcuma e tarassaco, liquirizia e rosmarino e poi, in aggiunta, limone (digestivo), menta piperita (digestiva ed epatica) e stevia (dolcificante).

Nessun commento

Inserisci un commento

SCOPRI IL NOSTRO PIANO

21 GIORNI DETOX

USA IL CODICE “45567BIO” PER UN 10% DI SCONTO SUL CARRELLO

CLICCA LA FOTO PER ACCEDERE AL PRODOTTO.

 

CLICCA LA FOTO C’è UN REGALO PER TE

“MIX TISANE ASSAGGINO”

(clicca su acquista e aggiungilo al tuo ordine gratuitamente)