Attendere

 

7a. Helichrysum Italicum – Elicriso

7a

Helichrysum Italicum

Elicriso

 

LA PIANTA

L’Helicrysum Italicum, comunemente chiamato Elicriso o Elicriso italiano, è una pianta erbacea perenne e aromatica, appartenente alla famiglia delle Asteraceae. Il genere Elicriso conta oltre 600 specie di piante diverse, quasi tutte provenienti dai paesi Sudafricani. Oggi è possibile trovare l’Elicriso italiano in tutta l’area mediterranea, soprattutto in prossimità del mare o in zone particolarmente aride. Predilige un’esposizione a pieno sole e resiste al freddo.

 

La pianta può svilupparsi in altezza fino ai 60 cm. Presenta radici affusolate da cui si generano fusti erbacei sottili. Le foglie filiformi di colore grigio-verde sono ricoperte da una leggera peluria. I fiori, che costituiscono la droga della pianta, sono a capolino e costituiti da piccoli petali giallo vivo. Foglie e fiori emanano un profumo deciso e non a per tutti gradevole.

 

PERIODO DI FIORITURA: giugno – luglio – agosto

ALTRI NOMI

Angustifolium, Tignamica, Semprevivo, Perpetuino

GLI IMPIEGHI

Date le infiorescenze vivaci, l’Elicriso ha sempre trovato largo impiego in composizioni floreali o come pianta ornamentale. Può essere usato in ambito culinario, anche se viene particolarmente apprezzato in fitoterapia: gli si riconoscono benefici calmanti, sedativi e antinfiammatori. Può essere utilizzato anche ad uso esterno sottoforma di impacchi per alleviare rossore, prurito e dermatite.

 

LO SAPEVI CHE…?

  • “Helichrysum” deriva dal greco “Helios”, ovvero “Sole” e “Chrysos”, “Oro”, dato il colore giallo oro dei fiori. Il nome comune, invece, “Perpetuino” rimanda alle squame dei capolini che rimangono a lungo inalterate.
  • In antichità, i fiori venivano utilizzati per intrecciare corone in adorazione delle statue degli dei.
Nessun commento

Inserisci un commento

banner-21-giorni-relax